Cari contadini con le nocciole “esageruma nen” (non esgeriamo)

https://i0.wp.com/www.latramontanaperugia.it/public/immagini/noccioleto.jpg

foto da http://www.latramontanaperugia.it

Carlo Petrini interviene su La Stampa a proposito dell’estensione delle monoculture intensive sul territorio nazionale, in particolare su quella della nocciola che coinvolge Lazio, Umbria e Toscana di cui tanto si discute recentemente nell’orvietano. E lo fa con saggezza piemontese.

“Il mondo agricolo deve prendere coscienza che la monocultura intensiva è l’anticamera di una situazione di insostenibilità ambientale e reddituale. […]

Diversificare le colture sul proprio fondo è una delle qualità più preziose di ogni agricoltore. Non lo espone alle alterne fortune di questo o di quel prodotto; mantiene in essere una biodiversità preziosa per il territorio e rafforza l’economia locale. […]

Un po’ di buon senso dovrebbe ispirare ogni scelta agricola; il vecchio detto piemontese “esageuma nen” (non esageriamo) merita attenzione. Per l’appunto, cari contadini con le nocciole “esageruma nen”.

➡️ Qui il link all’articolo completo:
https://www.lastampa.it/…/dal-prosecco-alle-no…/premium.html

Lascia un commento

Archiviato in News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...